Hotspot Shield VPN Recensione e Test

Che si tratti di Panama o delle Isole Vergini britanniche, molti servizi VPN si trovano in luoghi insoliti che offrono protezione dalla giurisdizione americana o europea. A volte nella sede di queste VPN non è altro che una cassetta postale.

La buca delle lettere di Hotspot Shield si trova invece in una località meno anonima, niente di meno che la Silicon Valley, la Mecca tecnologica della California ed epicentro dell'innovazione e della ricerca.

Se il luogo identificato quale il fulctro del cosidetto giornalisticamente, 'capitalismo di sorveglianza' (surveillance capitalism) potrebbe destare preoccupazione, o se la vostra connessione con Hotspot Shield è in mani sicure, lo scoprirete oggi leggendo il nostro test.

Cos'è Hotspot Shield?

Hotspot Shield è una VPN statunitense di proprietà della società AnchorFree. Nel 2008 sono state lanciate le prime applicazioni desktop per Windows e Mac, alcuni anni dopo l'offerta è stata ampliata con applicazioni per iOS e Android e un'estensione del browser per Google Chrome. Oggi, il servizio è uno dei più noti e più utilizzati VPN.

Risultati del Test

Risultato
3,5 / 5
02/2020
buono
Visita Sito Web
Performance
4,3 / 5
Rete di Server
4,0 / 5
Funzionalità e Caratteristiche
3,7 / 5
Supporto Clienti
3,3 / 5
Sicurezza e Privacy
2,0 / 5
1.

Pro & Contro

applicazioni di facile utilizzo

ottime prestazioni

funzioni base mancanti (Quick Connect, Split Tunneling)

2.

Funzionalità e Caratteristiche

Una volta installato il client Hotspot Shield per il dispositivo che più preferite, tutto quello che dovrete fare è effettuare il login con i dati di accesso del vostro account premium e sarete pronti a partire. Durante il nostro test c'è voluto meno di un minuto dal download alla prima connessione. Con un account premium è possibile alimentare cinque dispositivi ed effettuare cinque connessioni simultanee.

Il client desktop di Hotspot Shield è semplice ma elegante, e a prima vista non sembra altro che un grande pulsante on/off. Con un clic del mouse si stabilisce una connessione VPN sicura - ma non verso i server più veloci disponibili, ma verso la selezione corrente. La selezione dei server si trova dietro il piccolo globo terrestre nell'angolo in alto a destra dello schermo in ordine alfabetico (con gli USA e il Regno Unito che occupano una posizione supplementare in alto).

Non appena vi connetterete ad un server VPN, vedrete una piccola mappa del mondo con la posizione del server, il vostro IP VPN e le informazioni sulla velocità di upload e download.

Per alcuni aspetti, il client desktop si concentra troppo sulla semplicità, per altri aspetti non è sufficiente: perché non ci sia la funzione Quick Connect per una connessione ancora più semplice è discutibile - e la lista dei server trarrebbe vantaggio da un po' più di opzioni. I preferiti, ad esempio, non esistono, e poiché la lista non fornisce alcuna informazione sul carico del server, è necessario connettersi alla cieca. Hotspot Shield inoltre non offre categorie, come P2P o server di streaming.

Nelle impostazioni troverete le funzioni tipiche delle VPN, come il kill switch e la protezione contro la perdita di IP. È inoltre possibile definire se l'Hotspot Shield debba accendersi automaticamente per determinati tipi di reti - per esempio, gli hotspot meno comuni.

Hotspot Shield soddisfa i requisiti minimi, ma non cerca nemmeno di impressionare con le caratteristiche. Colpisce in particolare la mancanza di una funzione di tunneling split che consente di impostare la connessione VPN per determinate applicazioni. Non è possibile modificare il protocollo VPN, perché Hotspot Shield utilizza uno standard proprietario invece di soluzioni open source - di questo parleremo più avanti.

App Mobile

La versione mobile di Hotspot Shield è quasi identica all'applicazione desktop, con una o due eccezioni. Si nota immediatamente la presenza della funzione "Quick Connect", sotto forma di modalità di connessione "Ottimale". Tuttavia, la posizione del server non viene visualizzata qui. Altrimenti è possibile selezionare manualmente il paese del server, proprio come sul desktop.

Nelle opzioni troverete anche la possibilità di attivare automaticamente la VPN per determinati tipi di rete. Non c'è un kill switch, anche se questa funzione è comunque integrata nei moderni dispositivi Android.

La versione mobile ha anche alcune caratteristiche extra: Se si è connessi a una VPN, è possibile attivare una modalità di risparmio della batteria, visualizzare informazioni sul consumo di dati o pulire il cellulare dai dati non necessari. Il modo in cui quest'ultima caratteristica si inserisce nel portafoglio di Hotspot Shield non ci è del tutto chiaro, ma forse l'uno o l'altro utente ne farà uso.

La semplicità ha la priorità all'Hotspot Shield. Poiché molte VPN stanno sempre più "riempiendo" i loro clienti di funzionalità extra che rendono più complicato l'utilizzo da parte degli utenti abituali, questa attenzione alle competenze di base è lodevole. Tuttavia, alcune caratteristiche, da Quick Connect a Split Tunneling, sono semplicemente mancanti e un po' più di informazioni sul server non toglie nulla alla semplicità.

Punteggio: 3.0

3.

Rete di Server

Hotspot Shield è presente con un totale di 3200 server in oltre 70 paesi. Rispetto ad altri servizi VPN, in particolare ai migliori rappresentanti come NordVPN o ExpressVPN, il servizio è quindi ben posizionato, ma non proprio in cima alle cifre impressionanti di alcuni concorrenti.

La maggior parte dei server si trova in Europa e in Nord America, anche se solo negli USA è possibile specificare la posizione del server tramite il menu a tendina nell'elenco delle città. Hotspot Shield ha una solida presenza anche in Asia e nel resto dell'America, con l'Africa che, come spesso accade, si fa retrograda. A questo proposito, tuttavia, poche VPN tagliano una cifra migliore, e nel complesso la copertura del server di Hotspot Shield è buona.

Punteggio: 4.0

4.

Performance

Purtroppo non abbiamo potuto integrare Hotspot Shield nel nostro test standard perché il provider non fornisce un server con il protocollo OpenVPN. Pertanto, abbiamo testato le prestazioni con un test manuale: senza VPN, siamo stati in grado di scaricare a 45 Mbit/s e caricare a 11 Mbit/s, mentre con VPN siamo stati in grado di scaricare a 39 Mbit/s e caricare a 10 Mbit/s rispettivamente.

Ciò significa che Hotspot Shield utilizza l'87,5% della larghezza di banda esistente - una prestazione davvero solida.

Punteggio: 4.3

5.

Sicurezza e Privacy

Poiché Hotspot Shield si affida al proprio protocollo proprietario, gli utenti dipendono ancora più del solito dall'onestà dell'azienda per le promesse di sicurezza e anonimato. Quando si tratta di privacy, però, bisogna essere molto ingenui per riporre la propria fiducia nelle aziende tecnologiche della Silicon Valley. Sul sito web tedesco, Hotspot Shield scrive sulla crittografia:

"Hotspot Shield utilizza soluzioni di sicurezza leader del settore e crittografia AES a 256 bit per garantire che i vostri dati siano protetti e che non possiate essere osservati o rintracciati, anche negli hotspot wireless pubblici".

Più precisamente, le FAQ affermano: "Quando si accende Hotspot Shield, tutto il traffico tra il dispositivo e i nostri server viene crittografato tramite TLS 1.2 con Perfect Forward Secrecy (ECDHE), crittografia dati AES a 128 bit.

Sulla carta, questo fa sembrare la crittografia impermeabile, ma poiché il protocollo Catapult Hydra non è una soluzione open source, ci sono ancora punti interrogativi su come funziona la crittografia. Anche gli specialisti della tecnologia e della protezione dei dati di siti web come ProPrivacy rimangono quindi scettici sulle promesse dell'azienda.

Lo scetticismo si estende inoltre anche per via delle informazioni diffuse dall'azienda.

Hotspot Shield promette di non registrare le attività di navigazione dei suoi utenti. Tuttavia, uno sguardo all'informativa sulla privacy mostra che alcuni registri sono registrati, dopo tutto: All'avvio dell'applicazione, ad esempio, anche senza connessione VPN, l'applicazione raccoglie informazioni sul sistema operativo, sull'hardware utilizzato e sulla rete. Quando ci si connette a un server VPN, l'indirizzo IP viene registrato, ma viene immediatamente criptato e salvato solo durante la sessione VPN, dopo di che viene immediatamente cancellato. Secondo Hotspot Shield, nessun registro fornisce informazioni su di te, sul tuo account o sul tuo comportamento di navigazione. Tuttavia, i registri sono un po' più invasivi del necessario - e più invasivi di servizi VPN comparabili.

Nei nostri Leak Tests VPN (IPv6, DNS e WebRTC) non ci sono stati problemi.

Punteggio: 2.0

6.

Supporto Clienti

L'applicazione Hotspot Shield ha un centro di assistenza integrato, ma finora è disponibile solo in inglese. La cosa bella è che si può anche raggiungere facilmente il contatto diretto tramite l'app - almeno teoricamente. Mentre l'inoltro al supporto e-mail tramite il sistema di ticket ha funzionato senza problemi, i nostri tentativi di chat non hanno avuto successo.

Hotspot Shield promette una live chat 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma nel test non siamo riusciti ad andare oltre la finestra di caricamento. Purtroppo, anche il supporto e-mail non ha potuto aiutarci con questo problema. Ma abbiamo ricevuto una risposta dopo circa due ore.

Punteggio: 3.5

7.

Prezzi

Con la tariffa mensile, Hotspot Shield si trova decisamente nel segmento di prezzo più alto, per cui i costi mensili, come avviene di solito con i servizi VPN, diventano molto più economici più a lungo il contratto viene concluso. Nel pacchetto annuale e triennale, il servizio è più economico, ma non è ancora in corsa per il fornitore di VPN più economico.

Il listino prezzi attuale di Hotspot Shield si trova qui:

Free3 anni1 anno
Prezzo
Costo di installazione 0,00 € 0,00 € 0,00 €
Prezzo mensile 0,00 € 2,99 € 7,99 €
Durata del contratto (mese) 0 36 12
Limiti
Dati 15 GB illimitato illimitato
Dispositivi 1 5 5
Funzionalità
Numero di server 2.500 2.500 2.500
Numero di paesi supportati 1 25 25
No Log
P2P consentito
Accesso a Tor
Kill Switch
Protocolli
Eigenentwicklung
Eigenentwicklung
Eigenentwicklung

C'è anche una versione gratuita di Hotspot Shield. Fornisce agli utenti un volume di dati giornaliero di 500 MB gratuito, limitato a una sola postazione server - gli USA.

Conclusione

Risultato
3,5 / 5
02/2020
buono
Visita Sito Web
Performance
4,3 / 5
Rete di Server
4,0 / 5
Funzionalità e Caratteristiche
3,7 / 5
Supporto Clienti
3,3 / 5
Sicurezza e Privacy
2,0 / 5

Dal punto di vista operativo, Hotspot Shield non è molto da biasimare. La VPN della Silicon Valley offre una buona velocità e sa come rendere semplici da usare le sue applicazioni, e anche la rete di server è impressionante. Purtroppo, però, i timori del responsabile dei dati suscitati dalla sede centrale dell'azienda sono stati confermati: il protocollo proprietario imperscrutabile è motivo di scetticismo, e le linee guida per la registrazione dei dati fanno il resto. Per gli interessati alla protezione dei dati, ci possono essere troppi segnali di avviso che rendono Hotspot Shield meno attraente rispetto ad altre soluzioni VPN. D'altra parte, se vi interessano soprattutto le prestazioni e l'usabilità, potreste essere soddisfatti del programma nonostante questi punti interrogativi.

Hotspot Shield VPN
(1.441.907)
3200+ server
Oltre 70 paesi
Offre una versione gratuita
Sede centrale negli USA
Dispositivi
1 - 5
Volume Dati
15 - ∞
Protocolli
1
Contratto
0 - 36 Mesi
Hotspot Shield Free
0,00 €
prezzo mensile
Visita Sito Web
Risultato
3,5 / 5
02/2020

Recensioni dei Clienti

Hotspot Shield ottiene un rating "soddisfacente" solo nelle recensioni dei clienti che raccogliamo, il che è dovuto principalmente alle numerose recensioni negative su Trustpilot. Molti utenti criticano la politica dei prezzi e accusano l'azienda di disonestà, perché l'abbonamento di prova viene automaticamente esteso e la versione gratuita è severamente ridotta.

Valutazione clienti
4,0 / 5
1.441.907 Valutazioni
buono
Abbiamo analizzato le recensioni e le valutazioni di vari portali e abbiamo trovato. 1.441.907 valutazioni con un punteggio complessivo di 4,0 su 5 .
Mostra fonti

Alternative

Se il vostro scetticismo su Hotspot Shield è principalmente per motivi di privacy, potete ricorrere ad una serie di altri programmi che sollevano meno punti interrogativi in questo settore: ExpressVPN, NordVPN, HideMe o ProtonVPN. L'elenco completo delle VPN che abbiamo testato si trova qui.

Vincitore 2020
ExpressVPN
(250.640)
VPN più veloce del test
Più di 3000 server
160 città in 94 paesi
Non memorizza i log
Garanzia soddisfatti o rimborsati
Dispositivi
3
Volume Dati
illimitato
Protocolli
6
Contratto
1 - 12 Mesi
ExpressVPN 12 mesi
7,43 €
prezzo mensile
Visita Sito Web
Vincitore
4,8 / 5
02/2020
Miglior rapporto qualità-prezzo
NordVPN
(289.512)
Più di 5000 server
60 paesi
No log
Fino a 6 dispositivi
Dispositivi
6
Volume Dati
illimitato
Protocolli
5
Contratto
1 - 24 Mesi
NordVPN 2 anni
3,30 €
prezzo mensile
Visita Sito Web
Risultato
4,7 / 5
02/2020
Surfshark VPN
(22.578)
1700+ server in 63+ paesi
Numero illimitato di dispositivi
Non salva i log
Molte applicazioni (Linux, FireTV,..)
Molto economico
Dispositivi
illimitato
Volume Dati
illimitato
Protocolli
2
Contratto
1 - 24 Mesi
Surfshark 24 mesi
2,09 €
prezzo mensile
Visita Sito Web
Risultato
4,6 / 5
02/2020
Altre lingue:
Deutsch 
Autore: Angelo Sorbello
Angelo Sorbello, si è laureato in Economia e Management presso l'Università Bocconi di Milano. E' il co-fondatore di DIGITALE.co insieme ad altre attività online. La sua prima azienda, che ha fondato a soli 13 anni, è stata acquisita nel 2013. E' stato consulente per multinazionali e PMI in oltre 9 paesi.